Fibra Ottica - VDSL2 - BISNet

Vai ai contenuti

Menu principale:

Fibra Ottica - VDSL2

Internet

FTTN - Fiber-to-the-node (letteralmente 'fibra fino al nodo') o anche Fiber-to-the-Exchange (FTTE): il collegamento in fibra ottica arriva in una cabina esterna distante diversi chilometri dalla sede del cliente cioè tipicamente fino allo Stadio di Linea della lt rete telefonica, mentre il collegamento finale rimane su filo di rame.


FTTC - Fiber-to-the-cabinet or Fiber-to-the-curb (letteralmente 'fibra fino all'armadio' o 'fibra fino al cordolo del marciapiede') Il collegamento (molto simile a FTTN), arriva in una cabina esterna molto vicina alla sede dell'utente o al successivo armadio distributore, tipicamente entro 300 metri.



FTTS - Fiber-to-the-street (letteralmente 'fibra fino alla strada') Il collegamento (molto simile a FTTC), arriva fino al minidistributore sito nel quartiere, ad una distanza di 200 metri circa dagli edifici da servire[1].



FTTB - Fiber-to-the-building or Fiber-to-the-basement (letteralmente 'fibra fino al palazzo' o 'fibra fino alle fondamenta') Il collegamento in fibra ottica raggiunge il limite della costruzione, per esempio sino alla cantina per una o più abitazioni, mentre il collegamento finale con l'appartamento rimane su filo di rame oppure con cablaggio in fibre ottiche polimeriche e tecnologia ethernet.



FTTH - Fiber-to-the-home (letteralmente 'fibra fino a casa') Il collegamento in fibra ottica raggiunge il limite esterno della singola unità abitativa, per esempio una scatola sulla parete esterna di una casa. È la soluzione più costosa, ma anche l'investimento a più lungo termine che garantisce la massima velocità di trasmissione fino all'utente finale in previsione di servizi di rete più evoluti.


 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu